martedì 16 ottobre 2018

Il Silenzio e l'Acqua


Oggi è una perfetta giornata d'Autunno. Fuori piove e tutto sembra rallentato; in questa pioggerellina fine sembra quasi di nuotare. Gli alberi si sono tinti di mille colori e camminando sembra di essere in un altro mondo, dove si sente solo l'Acqua, che, leggera penetra ogni cosa.In questi momenti me ne sto in silenzio, e qualcuno vedendomi può credermi persa, lontana, invece sono presente e mi godo il momento, senza pensieri di sorta. Questo mese la parola Silenzio per me è fondamentale. Leggevo in un dizionario etimologico, che potrebbe essere associata alla parola sanscrita silo che indica il giunco una pianta utilizzata per legare, una pianta che cresce bene in ambienti acquatici. E mi chiedo se il silenzio crei un legame più della parola. Stando nel Silenzio siamo presenti e quindi ci leghiamo a ciò che è Qui e Ora. Non posso fare a meno di fare dei paragoni con l'acqua. Quando siamo sott'acqua i rumori ci giungono attutiti e nei fondali non ci sono rumori e si osserva tutto con maggiore attenzione. Non c'è la distrazione del suono.
L'Autunno è una stagione che sussurra, che sa di terra umida, e che chiede di rallentare, ma che ti stupisce con i suoi colori, le sue forme e anche i suoi frutti.
 Per celebrarla e per meditare un po' stando nel presente ho raccolto molte foglie e frutti e ho creato un mandala autunnale. Non potevo credere quanto mi aiutasse a concentrarmi creare questa figura:




E' una bellissima esperienza, capisco ora perchè è praticata dai monaci buddisti.
Mi piace quando il tempo rallenta e si accorciano le giornate perchè mi da la possibilità di esserci veramente, in ogni cosa che faccio, mi permette di coltivare i Legami.
Un abbraccio
Agrifoglio

lunedì 3 settembre 2018

La fine della Storia

Sono arrivata alla fine dei ricami e quindi della Storia di Leino già da un po' ma come sempre i giorni passano e non mi decido mai a pubblicare le foto di miei lavori, un po' perchè devo trovare il tempo di sistemarle, un po' per pigrizia, un po' perchè mi dico che c'è sempre tempo...ma come tutti dovrei sapere che non è così, che il tempo ti scivola tra le mani... forse sono un po' malinconica per le cose che porto a termine, forse per le mie letture e i film che guardo in questo periodo, non saprei... sarà la Luna..



20° Giorno
"Pensava spesso ad Ada come ad una vite selvatica e a se stesso come a un muro conquistato da quella pianta, [...] nascondendone le crepe, e donandole nuovo splendore."

Ho scoperto leggendo qua e là che la vite che conosciamo è derivata da una specie spontanea, che in alcuni posti cresce ancora nei pressi dei torrenti, e data la sua forza può essere utilizzata come portainnesto delle viti e che in Sardegna fino a poco tempo fa con questa, i pastori producevano un vino detto dei "caprai". Questa vite al contrario di quella coltivata non è autofecondante ma esistono degli individui maschili e femminili, e si presenta come una sorta di liana rampicante che risale gli alberi... Qualche volta l'ho incontrata anch'io senza rendermi bene conto del fatto che fosse una cosa speciale incontrarla, perchè non è tanto diffusa, e anzi, in molti posti si è persa...

21° Giorno
 "E' un maschietto"-disse Ada- E si chiama Nikolas... 
Il tempo passa e alla fine molte cose ritornano. Il tempo come una spirale...tante cose belle o meno finiscono per ritornare, ripetersi. Se siamo stati in grado di migliorarci magari torneranno solo quelle belle se no faremo nuovamente esperienza delle lezioni che dobbiamo imparare.

22° Giorno
"Non preoccuparti Rudolf stiamo andando verso il luogo da cui provengo"
Tornare a casa sia fisicamente che metaforicamente a volte permette di chiudere certe cose del passato, di chiudere un cerchio e affrontare meglio altre sfide, dipende sempre dallo spirito con cui lo si fa, no?! E poi le cose possono essere cambiate...


23° Giorno
 "Vorrei che questa tradizione continuasse[...] 
Quando creiamo qualcosa di bello che porta Luce e Gioia vorremmo che questa cosa sia tramandata. Qualche volta ci si riesce, qualche volta le cose si perdono...ma non le belle storie che vengono narrate a lungo...lo sapevate che nella tradizione scandinava si racconta che l'Aurora Boreale sia generata da una volpe magica che muove i cumuli di neve con la sua bella coda...

24° Giorno
 "Non sarebbe il caso di restituire lo scrigno al mare? Credo sarebbe più giusto"
Il ritrovamento dello scrigno aveva permesso al nonno di narrare la storia di Nikolas, di tramandare la storia, ma questo appartiene a qualcun'altro. E poi a volte nel rimettere a posto le cose capitano cose magiche e impreviste..di sicuro non come ce le saremmo aspettate

25° Giorno
Buon Natale
Mentre scrivo sono passati diversi Natali e sono successe tante cose. Il prossimo Natale ancora non è vicino ma non manca mlto, già si sente il profumo dell'autunno.
Io spero sempre che lo Spirito del Natale continui a vivere in ogni persona e a portare doni come Gioia e Luce























Sono arrivata alla fine di questa serie di post. Mi ci è voluto tempo, ho dato priorità ad altro ma si torna sempre dove ci si sente bene. Dato che il mio è un blog che aggiorno solo dall'Autunno alla Primavera, questa volta spero di scrivere di più. Di sicuro non voglio abbandonarlo, perchè è un luogo del cuore e mi ha portato tanto...(a proposito di Doni...)

Alla prossima,
Agrifoglio

 

mercoledì 1 febbraio 2017

Di ricami e altre storie

E' per me iniziato un nuovo Giro di Ruota, sto cercando di organizzare il nuovo Ciclo Agricolo e seguire alcuni lavori ma mi perdo di continuo. Per curiosità, ho partecipato al corso Find Your Word for 2017 di Susannah Conway e quando ho pensato di aver trovato la mia parola mi sono sentita insoddisfatta... ho meditato e ho trovato un simbolo che mi guida meglio e solo a quel punto ho trovato una parola che mi fa sentire bene MAKE (FARE)...Ho una lunga lista di libri da leggere e di burocrazia da sistemare ma ho voglia di sognare e quindi mi perdo di continuo. Per riuscire a focalizzarmi devo fare dei lavoretti creativi e quindi ne ho aprofittato per finire alcuni ricami che da un paio di anni erano in stand-by.
Finalmente durante le vacanze di Natale ho terminato il libro-calendario ispirato al libro di Marko Leino: "Miracolo in una Notte d'Inverno".. Ecco i primi giorni mancanti, le frasi che hanno ispirato i disegni e il motivo per il quale ho fatto questa scelta:

14° Giorno
"Grazie a quella chiave potrai rendere felici molte persone"...

Un Nikolas che si sente solo e disperato riceve un "dono" da Isak che lo aiuta a trovare un nuovo scopo, a portare avanti un sogno...
Ci sono momenti cruciali nella nostra esistenza che ci portano verso ciò che ci renderà felice, l'importante è riconoscerli perchè spesso, come nel caso di Nikolas avvengono in periodi che possono essere bui o difficili...
Mi viene in mente Leonard Cohen... e la sua famosa citazione: "C'è una crepa in ogni cosa. E' da lì che entra la luce". Le nostre ferite spesso sono un'occasione per crescere e creare, almeno la mia esperienza è così che mi insegna anche se per superare il dolore ci può volere tempo...

15° Giorno
"Le renne non sono cavalli [...] mi obbediscono di più quando ho questo berretto rosso"

Nikolas si trova di fronte a un problema e all'inizio non vuole accettare i consigli di chi ha più esperienza, ma alla fine riuscirà nell'impresa perchè accetta di andare incontro anche a una strana esigenza delle sue amiche...



Mi piace pensare che si ottenga di più ascoltando i consigli di chi ha più esperienza e andando incontro agli altri, anche se a volte sono ostinata come Nikolas 😜

16° Giorno
" In Oula c'era indubbimente qualcosa di misterioso e strano, lo sapeva bene anche Ada, la figlia di Emil, che aveva cinque anni"

Nikolas nasconde la sua identità a tutti e il suo modo di vivere diverso comincia a far circolare storie. A volte mostrare di essere diversi ci isola e ci resta o viene vicino solo chi ci assomiglia...meglio o peggio non saprei. Io ho sempre amato il mio essere diversa...siamo tutti diversi, ma c'è chi accetta di conformarsi, c'è chi vive apertamente la propria vita e chi vive sospeso tra una vita di apparenza e il suo vero sè... Non giudico nessuno. Ognuno ha il proprio cammino e le proprie ragioni, che spesso non possono essere comprese. L'importante è non fare male agli altri o a se stessi

17° Giorno
" Cari mamma e papà, non preoccupatevi, non ce n' è motivo. Sono andata a scoprire chi è che porta i doni di Natale. Torno appena ho finito. Ciao, Ada"

Ada la notte di Natale parte alla ricerca di Nikolas, in modo avventato, lasciando amici e genitori a preoccuparsi e a partire alla sua ricerca. A volte ci imbarchiamo in situazioni di cui non valutiamo bene le conseguenze, per fortuna gli amici e/o la famiglia ci possono essere di aiuto..

 

  
18° Giorno 
"[..]La vita è così. Non possiamo essere responsabili per le azioni di un altro. Possiamo dire la nostra, ma tutto il resto non dipende da noi "

Emil e Nikolas hanno cercato Ada nei boschi ma non l'hanno trovata...hanno ritrovato altro...E io aggiungo che però siamo responsabili di come reagiamo a quelle azioni e quindi di come ci comportiamo e di come viviamo.. Mi piace sentirmi completamente responsabile della mia vita. Non dare ad altri colpe del mio vissuto e del mio sentire...Difficile da accettare tanta responsabilità sulla propria vita ma non mi piace delegare.

19°Giorno
"Avevo ragione"-disse Ada-"Sei tu. Per questo ti ho portato quei sonagli,per ricambiare il regalo"

Nikolas trova una piccola ospite che, come Riccioli d'Oro, dorme nel letto di quast'Uomo-Orso, e un regalo per lui e le sue renne...anche se direi che i regali sono due. Amo molto i sonagli perchè mi ricordano la figura del Giullare con il suo colorato e matto cappello. Mi piacciono le figure fuori dagli schemi e poi fanno venire in mente quella credenza secondo cui ogni volta che suona un campanellino o un sonaglio nasce un angelo o in alcuni casi si dice che c'è un angelo che veglia sulle persone in quel momento...
 


Mi sembra di aver chiacchierato a sufficenza.
Vi lascio con gli schemi dei miei ricami.
Alla prossima con gli ultimi ricami, che ho già realizzato...



Un abbraccio
Agrifoglio


venerdì 28 ottobre 2016

Una collaborazione speciale

Come accennato qualche giorno fa ho collaborato a un progetto con una persona veramente speciale.
Si tratta di Cecilia Edera Lattari, erborista, profonda conoscitrice delle piante e delle vie dei Tarocchi.
Si parla molto di Femminile, Donne e di Cicli, così abbiamo realizzato un piccolo ebook con tanti contenuti speciali per dare un piccolo aiuto in questo senso. Quando l'ho visto finito non potevo credere di aver contribuito a creare quello che mi è sembrato qualcosa di "magico". L'ebook è gratuito e per averlo non dovete far altro che iscrivervi alla newsletter di Cecilia che trovate qui: Alchimista del Benessere così potete anche vedere i servizi e prodotti che Cecilia offre!







Grazie ancora a Cecilia e a chi dopo aver letto l'ebook vorrà lasciarmi un commento per dirmi cosa ne pensa.

Un abbraccio
Agrifoglio

lunedì 24 ottobre 2016

La Fine di un Ciclo...l'inizio di un Altro

Siamo quasi alle porte dell'Inverno e per me che coltivo significa che è quasi finito il mio Anno. E' vero che ho ancora in campo tanto, ma non appena inizierò a piantare Aglio e altre colture per me inizierà il Nuovo Ciclo per l'Anno prossimo...Questo modo di seguire l'Anno è molto diverso da quello che conosciamo e ed è molto simile al calendario lunisolare seguito dai Celti.
In questi anni ho fatto parte di una mailing list chiamata I Meli di Avalon e per questa ho elaborato alcuni lavori seguendo un Calendario Lunare. Ogni mese lunare della durata di circa 28 gg inizia con la Luna Nuova e viene attribuito un nome che sintetizza qualcosa del periodo. Ai Meli avevamo dei nomi nostri che non coincidono con quelli tradizionali (un esempio qui su Strie). L'inzio dell'Anno coincide con la Luna Nuova più prossima alla Festa di Ognissanti (Samhain)
L'inizio del prossimo Ciclo è fissato al 30 ottobre e ho deciso di pubblicare sul mio piccolo blog i due lavori fatti in questi anni. Inizierò lasciandovi con un pdf che racchiude le meditazioni dell'intero ciclo lunare. Le meditazioni servono a riconnettersi con i Cicli della Terra.
Vi lascio anche il link al Calendario Lunare così che possiate vedere la posizione della Luna e quando inizia ogni Lunazione e quindi vedere il momento migliore per meditare.
Per conoscere le caratteristiche di ogni Lunazione vi lascio il link al Tempio della Ninfa dove troverete pubblicate le Lunazioni e la Ruota dei Meli.
Cliccando sul link qui sotto in rosso troverete il pdf. Spero che questo piccolo lavoro sia di aiuto a chi intraprende un percorso di Riconnessione e Guarigione:

 Meditazioni Lunari

Un abbraccio
Agrifoglio

P.S. Ho un progetto in corso con una persona veramente speciale e tra pochi giorni ve ne parlerò...
e mi raccomando fatemi sapere... anche se trovate dei refusi